Che nervoso!

Ho finito un libro, in tre giorni, innervosita.

Non mi e’ mai piaciuto Coelho, ho letto ‘L’alchimista’, ‘Undici minuti’ e ‘Nessun vincitore e’ solo'(perdonatemi eventuali errori di citazione), eppure quest ultimo pensavo mi avrebbe fatto cambiare idea. Nientaffatto!

E’ partito bene, con la giusta dose di spiritualita’ che puo’ interessare alle persone che come me si interessano alla materia, belle citazioni, belle storie(presto ne riportero’ qualcuna), riferimento alla meditazione, viaggio, ……e poi?

E poi viaggi nel tempo, anelli di fuco, sguardi che riallacciano vite passate, ferite che risalgono al periodo delle Inquisizioni e, come se non bastasse, la pretesa di spacciarla per una storia vera.

Magari sono io, ma a me sembra un po’ eccessivo. ‘Trasforma il tuo destino. Riscrivi la tua vita.’ ok, ma leggere: ‘Infine, desidero mettere in guardia i miei lettori sull’esercizio dell’anello di fuoco: qualsiasi ritorno al passato senza un’esatta conoscenza del processo puo’ determinare conseguenza drammatiche e disastrose’ mi ha fatto proprio incazzare.

Via. Altro libro, altra corsa!

Annunci