Niente da fare. Una procrastinazione continua. Sono vergognosa.

Ormai sono passati due giorni dal piacevole momento in cui ho abbandonato la famosa penisola per salire sul traghetto.

Solito momento piacevole, la brezza che ti accarezza il viso, il sole che calda la pelle e l’odore del sale che inizia ad aprirti i polmoni.

Poco piu’ di un’ora dopo ero finalmente in acqua. E un paio di ore dopo ero a ballare con gli amici miei…i ‘carusi‘ qui!
Capo dei greci: una discoteca su un promontorio con un’arena invidiabile.

Non ho visto il letto prima delle 6 del mattino, di conseguenza il giorno dopo sono rimasta a letto. E ho fatto le pulizie.

Il mare vero l’ho visto stamane, quando alle 7 am, zaino (kanken) in spalla, sono scesa e mi sono distesa, assieme a 1Q84 e cosi’ ho passato la mattinata.

In tutto questo provo una sensazione strana. Quel senso di indipendenza che provavo in America. Parlerei di solitudine, ma non vorrei dare un’accezione negativa. E’ quella sensazione strana, ma ormai a me familiare, di quando da un giorno all’altro ti sacchi da tutto e da tutti…e non sai, quando tornerai, chi ritroverai e come lo vivrai…

20120806-190827.jpg

Annunci