Un dramma.

Ho iniziato a cucire un pomeriggio di un mese fa, non l’avessi mai fatto…è così divertente, appagante, ‘fulfilling’ come si dice in inglese….riempiente.

Insomma ieri mi sono messa a lavoro con ‘Nanna’, la versione vestita di ‘Pruttino‘. Come spiego nel mio negozietto online…Pruttino si chiama così perchè è un pò brutto e a me sono sempre piaciute le cose un pò brutte, bruttine appunto. Poi lo ha visto mia cognata, in dolce attesa e ha detto ‘ma quello è nanna, me ne devi fare uno!’.

‘Nanna, cos’è Nanna?!?’

Mi ha spiegato che è un piccolo ‘pupazzetto’ che dorme con la coppia, prima dell’arrivo del neonato, in modo che possa assorbire il loro profumo e la loro essenza…fino a diventare una presenza costante nella culla del vostro piccolo.

pruttini

Tanto per cambiare ho divagato, perchè quello che volevo dire è che ieri ho iniziato a ritagliare il carta modello di Nanna alle 14.07 e ho chiuso l’ultimo punto del perimetro dell’orsetto alle 16.44. Alle 17.20 avevo terminato gli occhi e le labbra e prima di mettermi a fare l’abitino ho deciso che era giunto il momento di andare a comprare la macchina da cucire.

Sciarpa e cappotto e via da Euronics con l’anda e l’entusiasmo che solo un ghiotto bimbo in un negozio di caramelle può avere. Ho percorso corso Buenos Aires, ho sceso le scale del negozio, ma della macchina da cucire nemmeno l’ombra.

Sogno infranto. ‘Meglio così!’, ho pensato sorridendo, ‘Ora avrò tutto il tempo per fare un acquisto ponderato!’.

Meglio un corno!!!

Sono ore che certo di capire e individuare le differenze tra una macchina da cucire e un’altra, senza capirne un tubo…e come se non bastasse mio fratello si è messo in testa di farmi lavorare la pelle.

Crisi. Nessuno di voi sa dirmi qual è la differenza tra una macchina elettrica e una macchina meccanica (a parte l’intuizione basic dovuta alla terminologia)?

Ed è meglio avere 6 distantze o 18?

6 tipi di punti o 24?

No, perchè poi dovrò metterci questo e quello, cucire su pelle, su jeans e/o su cartoncino, bla bla… Cose solo che gli intenditori possono sapere e io mai e poi mai avrei pensato che mi sarei trovata di fronte a un acquisto tanto complesso!

 

Che ne dite?

Qui trovate il link al sito della Singer, oggi verso le 18 andrò a fare un giro nello storico monomarca milanese sperando di trovare un’anziana signora, con i piedi appoggiati alla pedana che mentre cuce mi spiega tecniche e segreti di questo antico mestiere… e di conseguenza, quale sia la macchina migliore per me.

singer

aaaccc

Nel frattempo a consigliarmi dovrete essere voi!

Idee? Amiche? Blog? Corsi pomeridiani?

Ogni consiglio è ben accetto!

Annunci