Oggi vi parlo di Maya… una newyorchese ‘di periferia’ che dedica la sua vita al DIY. Io la seguo da un paio di anni, le sue creazioni, il suo mondo, le sue foto…mi portano sempre a viaggiare. Quindi oggi ve ne parlo qui.

2

Maya per le sue creazioni utilizza risorse sostenibili, fibre ed elementi provenienti intermanete dal mondo naturale. Lei trova l’imperfezione della mani infinitamente stimolante e cerca sempre, in modo semplice e spesso umile, materiali grezzi, per trasformarli in oggetti colmi di bellezza.
Nel suo blog lei incoraggia costantemente gli altri a trovare la loro ‘unique creative voice’ affichè possano guadagnere fiducia nelle proprie mani attraverso laboratori didattici e attraverso la scrittura del suo blog: maya * made.
I suoi contributi in molti libri e pubblicazioni di vario tipo hanno rafforzato quello a cui lei è maggiormente appassionata: l’arte del riciclo, il riuso di vecchi oggetti, ma soprattutto l’opportunità di reinventare oggetti ‘morti’, rivestendoli di un ruolo nuovo.
1
Maya vive e gioca con i suoi due figli, un gatto e una manciata di polli lungo una strada di campagna, in una vecchia casa colonica nella regione Fingerlakes di New York. Oltre al suo blog e alle sue pubblicazioni, contribuisce con Creative Bug, il fantastico sito che offre ‘laboratori diy online’.
Per farvi un’idea di come sono le sue giornate guardate il video che trovate qui sotto: adoro questo video (così come tutti i video di creative bug)!
2
Annunci