pumpipumpe_cliffhangerRicordano molto le raffigurazioni che le mamme cucivano sui nostri indumenti all’asilo in modo che potessimo riconoscerli e appenderli tutti nell’appendino dedicato. Io avevo la fontanella e conservo ancora con molto amore il mio asciugamanino arancione con la piccola toppa.

Pumpipumpe è ben altra cosa, ma porta con se sempre un contenuto molto bello, infatti pumpipumpe propone alle persone un modo di utilizzo cosciente dei beni di consumo. Incoraggiando a imprestare e prendere in prestito oggetti poco utilizzati promuove una maggiore interazione sociale tra il vicinato.

In ogni economia domestica ci sono sempre attrezzi, elettrodomestici, attrezzatura per il tempo libero o altro che sono poco utilizzati e che potrebbero essere prestati a un vicino gentile e simpatico. Al medesimo tempo si sarebbe contenti di poter prendere a prestito oggetti dei quali solo ogni tanto si ha bisogno.
pumpipumpecliffhangerL’obiettivo del progetto è rendere questi oggetti visibili e dare la possibilità alle persone di mostrare la loro disponibilità a imprestare. Questo non avviene via internet o con app particolari, ma con piccoli adesivi incollati alla cassetta della posta, dove i vicini e gli abitanti del quartiere passano quotidianamente. Entrerete direttamente in contatto con il vicino prendendo in prestito la pompa per la bicicletta, un trapano a batteria o una scala (ovvero le cose di cui ho sempre bisogno io :-P), vi conoscerete meglio e gli apparecchi non dovranno essere acquistati.

Se vi piace l’idea di partecipare qui potete ordinare l’adesivo che vi interessa qui.

Al momento Pumpipumpe è sostenuto da istituzioni svizzere, le quali hanno permesso l’invio gratuito dei nostri adesivi sul territorio svizzero. Per le ordinazioni dall’estero al momento non ricevono nessun sostegno finanziario. Per questo motivo, dobbiamo richiedere un contributo alle spese di spedizione di CHF 5.00 rispettivamente EUR 4.00.
L’azienda non opera a scopo di lucro ed è costantemente alla ricerca di partner che sostengano a lungo termine il progetto permettendo così l’invio gratuito delle ordinazioni anche fuori dalla Svizzera.
Io sarei fiera se Milano o l’Italia decidessero di adottare una politica di “comunicazione interna” come questa. Che ne pensate?
Pumpipumpe   a sharing community
Qui la loro pagina Facebook: Pumpipumpe.

 

Annunci