Non tutti possiamo andare in vacanza. O quantomeno spesso non possiamo andare in vacanza quando vorremmo o quando davvero ne sentiamo il bisogno.

medi

Tutti vogliamo una vacanza, a volte dal lavoro, a volte dalle nostre famiglie, a volte solo dalla vita. Lo stress capita a tutti, e immaginare un posto dove andare dove lo stress non segue sembra magico, ma è un lusso annuale per qualcuno, e una fantasia per molti altri.

Ma c’è un modo per raccogliere alcuni dei benefici della spiaggia, della montagna, del relax… senza dover fare la valigia e prendere il primo volo disponibile?

Può essere.

Se tu (come la maggior parte di noi) non puoi prenotare da un giorno all’altro una settimana in un ritiro yoga in California, cosa può fare la meditazione per te?
Innanzitutto, parliamo dell’effetto vacanza. Non è solo il bagliore che senti quando spegni le notifiche: è una realtà studiata scientificamente. I ricercatori hanno scelto 94 donne tra i 30 e i 60 anni da portare a un ritiro di sei giorni in un resort in California (anche io voglio!) Le donne sono state suddivise in tre gruppi: meditatori regolari, non meditatori e non meditatori che hanno optato per un programma di meditazione durante il ritiro.

Il sangue è stato prelevato all’inizio e dopo la ritirata ed è stato valutato per modelli genetici e bio-markers correlati all’invecchiamento. Sono stati rilevati cambiamenti nei geni e i risultati di tali cambiamenti (come una migliore funzione immunitaria) sono stati mostrati in tutti i gruppi (quello che chiamano “effetto vacanza”). Inoltre, tutti i gruppi hanno auto segnalato miglioramenti nei feeling di depressione, ansia e stress.

DAH! BANANA! … sono in vacanza!!!

Ma cosa hanno scoperto sulle persone che hanno meditato o che meditano regolarmente?

Si scopre che le donne che non hanno meditato e si sono iscritte per partecipare alla meditazione durante il ritiro hanno mostrato una maggiore predisposizione a mantenere bassi i livelli di stress anche nel post vacanza, rispetto a coloro che hanno appena fatto una vacanza senza meditare. Infatti, 10 mesi dopo, i vacanzieri indicavano presenza stress e livelli di depressione come prima della vacanza, mentre i meditatori regolari mostravano ancora miglioramenti, e i meditanti alle prime armi ne mostravano ancora di più.

Ora, ciò non significa che la meditazione possa produrre da sola l’effetto delle vacanze. Ma se tu (come la maggior parte di noi) non puoi prenotare sei giorni in un ritiro in California, cosa può fare la meditazione per te?

Bene, per cominciare, potrebbe ridurre l’ansia, renderti meno aggressivo, aumentare la tua compassione e ridurre lo stress. E ripeto… PER COMINCIARE. Perché gli effetti che la meditazione può avere su di noi, sulla vita di tutti i giorni e sulle difficoltà che affrontiamo sono davvero infiniti.

È la mia piccola vacanza, volete provare anche voi?

Se non avete una classe di meditazione vicino a voi, se non vi sentite “affini” con le persone che guidano le meditazioni, se vi sembra una cosa assurda uscire di casa per… meditare soli può diventare molto complesso. Ecco una meditazione guidata che può seguire chi non ha mai meditato. Andy Puddicombe, sull’app Headspace mette a disposizione 10 meditazioni gratuite da cui poter iniziare a sperimentare la possibilità di creare uno spazio di “decompressione”. Uno spazio.

 

Annunci