Cerca

YOGALIFE

Tag

good morgan

Kidsplay è tornato!

Kidsplay è tornato con un calendario ricco di eventi!

Questo mese:

‘Ottobre è il mese di Halloween, la tradizionale festa americana che diverte grandi e piccini: ma cosa sappiamo di Jack-o’-lantern la celebre zucca che tutti i ragazzi espongono fuori casa?’

Sabato 12 ottobre saremo nel fantastico Good Morgan dalle 16:00 con i bimbi con età compresa tra i 3 e i 6 anni. Ne parla anche Vivi Milano!

Domenica 20 ottobre saremo al Circo delle Pulci, uno dei mercatini/evento più popolare di Milano. Questa edizione sarà agli ex Magazzini Di Porta Genova in via Valenza, 2 – Milano. Atelier creativo per i bambini inzierà alle 14.30.

Sabato 26 ottobre sempre al Good Morgan alle 16.00 ma questa volta per bimbi più ‘grandi’: 6-10 anni.

Non dimenticatevi di seguirci sulla nostra pagina Facebook

LocHallowen_digital

Annunci

Ma…cosa fa?

Per tutti quelli che si stanno chiedendo che cosa io stia facendo….

allora, in realtà sto facendo un pò di confusione in tutti i social, ma non è colpa mia se entrambe le cose sono partite in questi due giorni 🙂
Allora, i progetti sono due:
1) kidsroomzoom by unduetrestella è il progetto del fuorisalone per arte e design dedicata ai bambini. L‘inaugurazione sarà domani alle 18 in via Cesare da Sesto, 5 a Milano (presso l’asilo-scuola Clorofilla).
Inoltre ogni pomeriggio si terranno dei bellissimi workshop per i più piccoli, 2 dei quali seguiti personalmente da me (ven e dome): ‘MY HOUSE ON A PILLOW’  e ‘PLAYHOUSE’.
2) Kids play invece è un mio format di laboratori per bambini con diverse attività in italiano e inglese. Il filo comune di tutte le diverse attività del mio format è creatività+manualità. Abbiamo appena aperto la pagina fb che è: https://www.facebook.com/kidsplaylab Seguiteci, così non perderete il prossimo laboratorio!
Se avete dubbi ulteriori o domande, scrivetemi qui o sulla mia mail:
federicacaronna@me.com
883985_160424097451304_1447285223_o

Creative Kids Play!

20130401-100357.jpg

Milano NTF/Not For Tourist 2

NTF* Not for Tourist_Episode 2

Un po’ di tempo ho scritto un post in cui consigliavo alcuni dei miei posti preferiti a Milano, quelli che difficilmente si trovano sulle guide e che nemmeno trip advisor, non avendo una chiave di lettura emozionale, riuscirebbe a intercettare. Sono passati poco più di sei mesi  e, oltre a essere cambiate molte cose, ho scoperto un sacco di posticini nuovi. Alcuni li ho visitati, alcuni li ho scoperti passeggiando, altri invece sono in programma nel futuro prossimo.

GOOD MORGAN: ne ho parlato poco tempo fa qui, ci sono stata grazie alla reference di Breakfast review e ne sono rimasta oltre modo soddisfatta! Tra l’altro ho scoperto che oltre alla colazione di cui vi ho già parlato, fanno servizio a pranzo, aperitivo alla sera e brunch nel weekend. Spesso organizzano momenti creativi dedicandosi al lavoro a maglia o all’intrattenimento per i più piccoli. Il locale è interamente è disegnato a misura di persona e chi ci lavora si gode amorevolmente l’atmosfera che ha costruito. Assolutamente da visitare. E da rivisitare. E da rivisitare ancora.

books

HUMANA VINTAGE: Dopo Berlino, Vienna, Barcellona, Oslo, Stoccolma e Lisbona, anche a Milano un negozio di Humana: Humana Vintage. Il punto vendita propone capi originali degli anni ’60, ’70 e ’80, per donna e per uomo. Un paradiso per chi cerca qualcosa di diverso, unico e a buon prezzo…non è il posto in cui troverete certamente la cosa che farà per voi, c’è un po’ di odore di polvere e molto da spulciare per trovare la cosa giusta…ma non è questo tutto il bello del capo vintage?  (via Cappellari 3, a pochi metri dal Duomo – MM Duomo).

FONDERIA ARTISTICA BATTAGLIA: un altro posto che attira tutta la mia curiosità e che mi vedrà presto tra le sue mura è questa fonderia, ambiente totalmente inaspettato per la grande città che ci riporta a riflettere sul ‘made’ e sui processi di creazione, su cui troppo spesso sorvoliamo soffermando la nostra attenzione solo sul prodotto finito (via Stilicone, 10. Dietro al cimitero monumentale).

VINTAGE BAKERY: mi hanno colpita scrivendo questo post su Facebook: ‘Oggi è entrata una bellissima ragazza intorno alle 12:20, silenziosa e interessante con il suo tablet ha mangiato e ci ha fatto compagnia. Adoriamo questi clienti che vengono cosi, boheme, che approfittano del calmo ambiente del locale nelle ore morte. Risulta che questa silenziosa ragazza non è altro che una bravissima giornalista, che subito ci ha fatto un post nel suo SUPERBLOG! che adoro!!!!! sopratutto per il nome! ringraziandola per la visita e sopratutto per il carinissimo articolo lo condividiamo orgogliosi con voi! Grazie Francesca! Sei splendida!‘. QUI trovate il link. Penso non serva ch’io aggiunga altro, se non che sono curiosissima di andare! Da notare la mini cuisine per i più piccoli, sempre i benvenuti in questo regno di cupcakes (via Thaon di Revel, ingresso di fronte al civico n.21, zona Zara).

mini cousine

PAVE‘: un altro locale che devo ancora visitare è il Pavè, l’ho scoperto di recente su una rivista e ho tutte le intenzioni di fare colazione lì domattina, soprattutto dopo che ho visto che hanno fatto anche una crostatina vegana: ‘veganina’ 🙂

www.pavemilano-2

ROSSANA ORLANDI: spazio molto carino, interessante per gli appassionati di design, l’ideale per un quieto pranzo in città. Il ristorantino si chiama Pane Acqua e offre un menu ricercato, ma semplice. I prezzi sono visibili sul sito, è un pò caruccio (via Matteo Bandello 14/16, zona S. Ambrogio).

paneacqua2

ERBA BRUSCA: all’Erba brusca non sono ancora stata, ma sto aspettando una bella giornata primaverile che sinceramente spero arrivi il prima possibile. E’ conosciuto come il ‘ristorante con l’orto’ ed è situato lungo l’Alzaia Naviglio Pavese al civico 286. I menu sono disponibili sulla pagina, cliccando qui potrete leggere quello del brunch della domenica. E’ situato in zona Gratosoglio e lo si può raggiungere con il tram numero 3 che parte dal Duomo.

eb

AL MERCATO/BURGER BAR: l’hamburger costa 10 euro, un bel po’ più di quello di McDonald’s, ma ho come l’impressione che qui la carne sia ben oltre che saporita. Difficilmente in Italia troveremo la possibilità di abbinare cheddar, gruviera, gorgonzola, bacon, avocado, jalapeno, salsa verde o foie gras con un irrisorio sovrapprezzo di un euro. Il menu del burger bar offre anche alternative al burger come turkey sandwich e Thai veggie roll. Dev’essere buono anche il Lobster club sandwich, se non altro perchè costa 25 euro 😛 (Via Sant’Eufemia 16, zona Missori).

Et dulcis infundo…

Cliccate QUI per leggere la prima parte di Milano Not For Tourist!

Un sole.

Che giornata stupenda!

Mi sono alzata alle 7.30 e dopo essermi preparata sono corsa dal portinaio Mauro a ritirare ‘alcuni’ pacchi. Appena sono arrivata al pian terreno ho trovato una splendida giornata di sole, un temperatura mite e ben 4 mega pacchi per me:
I biccheri nuovi trovati in offerta su Amazon, il libro ‘Il bambino bilingue’, un regalino dagli States e un mega regalone che arriva da casa mia.

20130208-103621.jpg

La voglia di sfruttare il mattino mi ha spinta fuori di casa, prima ancora di aprire tutto!
Sciarpa, guanti, bicicletta e via. Prima fermata: Poste italiane. Mi sono organizzata con la mia bici e creando una specie di paravento(guardate la foto) mi sono divincolata tra marciapiedi, semafori e Autisti frenetici.

20130208-103646.jpg

Incredibile in posta nemmeno un minuto di attesa, ma ben 28 euro da pagare per spedire uno dei miei porta orecchini in Belgio con un pacco tracciabile! Mi sa che dovro’ ritoccare i prezzi delle spedizioni nel mio negozietto.

Sono uscita dalle poste verso le 9.20, totalmente in tempo per le mie visite mediche, anzi…con il tempo per una buona colazione!

Io e la mia bici, a cui a suo tempo avevo dato un nome, ma che ora non ricordo, siamo andate a mangiare un magnifico ciambellone al Good Morgan, splendido locale milanese di cui vi ho gia’ parlato qui.

20130208-103656.jpg

Ma a questo punto il bello doveva ancora arrivare. Infatti ora mi devo recare a un noto istituto di cura milanese in cui non sono mai stata. Inizia cosi’ un piacevole, seppir buffo, girovagare attorno i poli universita’ dell’antico ateneo statale di Milano, zona Piola/Lambrate.

Il tempo non mi ha permesso di fermarmi a scattare qualche foto in zone di Milano che non conoscevo e che, complice questa giornata fantastica, sono davvero incredibili per una citta’.

Grazie all’aiuto di qualche studente rallegrato dal sole e dalla spensieratezza che aleggia attorno al mondo universitario, sono riuscita a trovare l’istituto.

Ops, e’ quasi il mio turno, ma e’ solo per l’accettazione. Non credo usciro’ di qui prima di notte fonda.

Aiutoooooooooooooo

20130208-103707.jpg

Un weekend in città.

questo è uno di quei momenti in cui mi rendo conto che non sarò mai la scrittrice che mi piacerebbe essere.

La stanza in cui mi ritrovo ha la moquette, so che a molti non piace, ma è una delle poche cose che rende questo ambiente un po’ più accogliente. In più vi sono quattro enormi finestre che danno sul giardino esterno. Io ho deciso di ascoltare questa canzone e mi sono appoggiata il giaccone sulle gambe. Mentre sorseggio un tè austriaco vaniglia lampone penso che è davvero una bella giornata e che mi sto coccolando. Il vociare degli operai in corridoio mi rilassa, battono chiodi e mi fanno sentire a casa.

Ogni pallino di neve che si appoggia sui fili d’erba mi rilassa e mi fa sperare che continui così per due tre giorni. Tre giorni per distendersi a casa, spegnere tutto e mangiare la neve, stare con gli amici, cucinare, parlare di ricordi, guardare film, leggere libri, fare cose… Se solo potessi correre nel bel mezzo del giardino per girare su me stessa e guardare in alto i fiocchi che lentamente cadono e si trasformano in un manto uniforme, regolare, silenzioso, quieto.

Sono felice anche perchè è stato un weekend bellissimo.

Venerdì mi sono fiondata dalla mia macchina da cucire, a cui dobbiamo dare un nome, e ho iniziato a fare la custodia per il Kobo, il mio e-reader (per gli amici Kobino). Dopo un paio di ore di lavoro mi sono docciata e sono uscita. Sabato mattina mi sono svegliata presto e sono andata a fare colazione in un posto vicino casa consigliatomi da The breakfast review.

Ora, non vorrei sembrarvi esagerata, ma mi stavo commuovendo… mi sono sentita abbracciata, coccolata, da quelle quattro mura che contengono niente di più che un piccolo bar e tante piccole cose che lo rendono un pò gioco, un pò relax, …

Quando siamo entrati il ragazzo al banco stava scrivendo sulla lavagna i piatti del giorno. Abbiamo chiesto se ci fosse il latte di soia e i cereali e lui ha saputo subito esaudire i nostri desideri…e come se non bastasse c’era anche una squisita torta di arancio vegana…

Eccovi alcune fotine…il book-sharing, i pastelli per i bimbi, riviste e quotidiani, c’è anche il wifi (quello sconosciuto a Milano), pomeriggi per imparare a lavorare la lana e prima di andarme mi hanno anche regalato un dolcetto fatto con i cereali. Vedere ultima foto 🙂 gnam gnam!!!

20130128-115552.jpg

20130128-115641.jpg

20130128-115715.jpg

20130128-115833.jpg

Il locale si chiama Good Morgan ed è in via Plinio, 37, fermata MM Lima.  Assolutamente da provare!

La mattinata è proseguita al mercato dove ho cercato invano una vestaglia (non per me :-P), ma ho trovato un sacco di scampoli bellissimi a 1 euro a pezzo!

Dopo pranzo sono andata a casa dove mi sono messa a imbastire una gonna, sì, avete capito bene, appena metto piede in casa mi fiondo a cucire 🙂

Alle 17 mi sono interrotta per fare delle commissioni e cercare un po’ di riviste kids o arredamento per farmi venire qualche bella idea…ne ho sfogliate un paio, prevalentemente francesi, e ho visto delle cose bellissimissime! Poi ho comprato un libro che mi sta già piacendo e che sicuramente è molto interessante: ‘L’infanzia non è un gioco’ di Stefano Benzoni...ve ne parlerò non appena leggo un pò più delle prime 30 pagine che ho divorato tra ieri sera e stamane in metro!

photo (4)

Tornata a casa mi sono messa a riordinare casa, la stavo trascurando un pò troppo!

A cena siamo andati con un paio di amici al ‘Rita’, un carinissimo locale sul naviglio Grande (Milano), dove si mangiano deliziosi hamburger gourmet (15 euro) e si bevono ottimi cocktail preparati sul momento con frutta e verdura fresca! Yummy!

Domenica mattina ho avuto l’impressione che oltre alla mia casa stessi trascurando un pò anche qualcun altro…così sono sgattaiolata fuori dal letto per preparare una ‘Orange tart’, ovvero un piccolo dolcetto all’arancia:

image (3) image (2)

A pranzo ho fatto il brodo vegetale, alcuni piselli e un sugo di pesce….così per la settimana dovrei essere a posto. E poi, ovviamente, sono subito corsa dalla mia macchina da cucire a finire la gonnellina….e????

tadadadaaaaaaan:

image (4)

Finita la gonnellina mi sono subito messa a cucirne una per me! Che dipendenza 😛

Ho finito il pomeriggio con un allegro aperitivo, prima di andare a casa a gustare tutte le cosine che avevo preparato, a sfogliare i giornali, a chiacchierare con gli altri e a svenire a letto……

E oggi c’è la neve.

Abbiamo lasciato le impronte sulla neve, una traccia effimera del nostro passaggio,

ma infondo cos’è la vita se non un’impronta effimera sulla neve?

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: