Cerca

YOGALIFE

Tag

sole

Luoghi

A volte l’ora è adatta, il luogo è rilassato, a suo agio, aperto e lieto di rivelarsi.

IMG_9781

Un fattore importante per me è la possibilità di “perdermi”, o per lo meno di non avere altro scopo che essere lì, in quel luogo, al suo servizio. Dal momento che sono solo, il luogo diventa “l’altro”, per così dire. Allora posso entrare in contatto con lui. Avverto la sua presenza, la sua età, la sua vastità, la sua complessità, la sua disperazione, la sua pace o anche la sua felicità.

Spesso questi luoghi sono impazienti di aprirsi e confidarsi con qualcuno, di uscire dal loro isolamento e iniziare a raccontare la loro storia.

Wim Wenders

Annunci

Friendship… 13° C

IMG_9799_2

I’ll be there for you
When the rain starts to pour
I’ll be there for you
Like I’ve been there before
I’ll be there for you
Cause you’re there for me too

Continua a leggere “Friendship… 13° C”

Ogni maledetta domenica. E una domenica di sole.

IMG_3395
Domenica a Milano, dopo giorni e giorni di vento e pioggia, finalmente è spuntato il sole: sembrava davvero un anticipo di primavera, anche se durato troppo poco.
Abbiamo subito approfittato del bel tempo per fare un giro a piedi in centro, andare sui Navigli, scattare qualche foto e poi incontrare alcuni amici per un brunch da Anadima.
Il locale ci ha accolti con una veranda assolata, un ricco buffet di uova, salsiccette, chorizo, melanzane, verdure di tutti i tipi e fantastici mini bagel al salmone. E questo era solo il tavolo dedicato alle pietanze salate… dall’altro lato una cascata di torte, muffin, mini ciambelle zuccherate, marmellate e carpaccio di frutta. Un brunch decisamente invitante e ricco di proposte audaci!
Siamo stati accompagnati al nostro tavolo in una saletta “esclusiva” nel soppalco: un angolo con due tavoli dove c’eravamo solo noi e altre due ragazze. Tra chiacchiere e e caffè americano “verde” il tempo è volato e siamo riusciti a sgattaiolare fuori solo quando ci siamo accorti che il locale si era svuotato.

IMG_3368IMG_3370 IMG_3371 IMG_3372 IMG_3373 IMG_3374 IMG_3375 IMG_3377 IMG_3379IMG_3382 IMG_3383 IMG_3386 IMG_3387

Anadima
via Pavia, 10 (Navigli)
Brunch sabato e domenica 22€ con buffet salato e dolce di qualità molto buona. Nel prezzo è incluso solo Nescafè e succhi di frutta. Consiglio di prenotare un tavolo nella veranda, che è accogliente e luminosa.

IMG_3391 IMG_3392 IMG_3393 IMG_3394
IMG_3396 IMG_3397 IMG_3399 IMG_3400IMG_3403IMG_3409 IMG_3415 IMG_3418

 

The answer

Come vi ho più volte ribadito Pinterest è diventata la mia maggiore fonte d’ispirazione, oltre che la finestra con vista sul mondo, dalla comoda seduta del mio divano.

Oggi, guardando tutti i miei ‘Pin’, ho notato un fattore in comune…non era un vaso di vetro, né una sedia, né tanto meno un particolare obiettivo della macchina fotografia.

L’ingrediente segreto che accomunava tutte le foto che mi fanno sognare è un semplicissimo elemento naturale: la luce.

Ieri ho visto questa luce primaverile nell’aria, l’odore dell’erba appena tagliata, la temperatura che cambia drasticamente tra sole e ombra.

Recenti studi hanno confermato che c’è una correlazione fra luce e psiche: i raggi solari, soprattutto di mattina, agiscono sul funzionamento di alcune sostanze, chiamate neurotrasmettitori, preposte a regolare l’umore. Adottando delle semplici misure di sicurezza, come utilizzare regolarmente creme con fattore di protezione, prendere il sole al mattino non può che avere effetti positivi. Il sole e la luce sono validi ed efficaci antidepressivi naturali e non solo, il sole dà anche altri benefici, contribuendo ad aumentare le difese immunitarie e, stimolando la produzione di vitamina D, rinforza le ossa.

Negli Stati Uniti sono convinti che la vitamina D sia l’elemento del buonumore e ne prendono a tonnellate. La vitamina D è nota anche come “Vitamina del Sole” perché è grazie al sole che il nostro corpo, attraverso la pelle, è in grado di sintetizzarla e produrla. Ecco perché, col drastico cambiamento di vita che l’intera popolazione ha subito nel corso degli anni, vale la pena conoscere l’enorme contributo che può fornire al nostro organismo.

Pensiamo al bambino che fino a qualche anno fa, dopo i compiti, incontrava gli amici nella strada sotto casa per giocare a pallone, e al bambino di oggi, che passa la maggior parte del suo tempo libero al chiuso giocando spesso a pallone nel suo mondo virtuale. Pensiamo a noi, agli adulti che un po’ per il tipo di lavoro, un po’ per gli innumerevoli impegni trascorrono le loro giornate quasi esclusivamente “senza sole”.

Però pensiamo che forse stiamo sbagliando qualcosa noi tutti, barricati negli uffici e nelle palestre e non che dobbiamo imbottirci di integratori vitamina D.

…a me basta guardare queste foto per sentire gli effetti del sole.

 

kitchen dreamin'

 

Luce is the key.

open air light

Luce is the answer.

Via le tende,

lasciamo il sole entrare.

 

 

Un sole.

Che giornata stupenda!

Mi sono alzata alle 7.30 e dopo essermi preparata sono corsa dal portinaio Mauro a ritirare ‘alcuni’ pacchi. Appena sono arrivata al pian terreno ho trovato una splendida giornata di sole, un temperatura mite e ben 4 mega pacchi per me:
I biccheri nuovi trovati in offerta su Amazon, il libro ‘Il bambino bilingue’, un regalino dagli States e un mega regalone che arriva da casa mia.

20130208-103621.jpg

La voglia di sfruttare il mattino mi ha spinta fuori di casa, prima ancora di aprire tutto!
Sciarpa, guanti, bicicletta e via. Prima fermata: Poste italiane. Mi sono organizzata con la mia bici e creando una specie di paravento(guardate la foto) mi sono divincolata tra marciapiedi, semafori e Autisti frenetici.

20130208-103646.jpg

Incredibile in posta nemmeno un minuto di attesa, ma ben 28 euro da pagare per spedire uno dei miei porta orecchini in Belgio con un pacco tracciabile! Mi sa che dovro’ ritoccare i prezzi delle spedizioni nel mio negozietto.

Sono uscita dalle poste verso le 9.20, totalmente in tempo per le mie visite mediche, anzi…con il tempo per una buona colazione!

Io e la mia bici, a cui a suo tempo avevo dato un nome, ma che ora non ricordo, siamo andate a mangiare un magnifico ciambellone al Good Morgan, splendido locale milanese di cui vi ho gia’ parlato qui.

20130208-103656.jpg

Ma a questo punto il bello doveva ancora arrivare. Infatti ora mi devo recare a un noto istituto di cura milanese in cui non sono mai stata. Inizia cosi’ un piacevole, seppir buffo, girovagare attorno i poli universita’ dell’antico ateneo statale di Milano, zona Piola/Lambrate.

Il tempo non mi ha permesso di fermarmi a scattare qualche foto in zone di Milano che non conoscevo e che, complice questa giornata fantastica, sono davvero incredibili per una citta’.

Grazie all’aiuto di qualche studente rallegrato dal sole e dalla spensieratezza che aleggia attorno al mondo universitario, sono riuscita a trovare l’istituto.

Ops, e’ quasi il mio turno, ma e’ solo per l’accettazione. Non credo usciro’ di qui prima di notte fonda.

Aiutoooooooooooooo

20130208-103707.jpg

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: