Cerca

YOGALIFE

Tag

vita

“Ballate senza vergogna e sognate la vostra vita”

Sta facendo il giro dell’Italia la lista dei compiti per le vacanze consegnata agli alunni dal professore Cesare Catà, insegnante al Liceo delle Scienze Umane “Don Bosco” di Fermo. Continua a leggere ““Ballate senza vergogna e sognate la vostra vita””

Albero di mele.

the-butterfly-circus-3

Nel circo ho tutto

E vivo solo di quel che sono

La sera quando mi sciolgo il trucco

Riscopro che sono un pagliaccio anche sotto

Ma infondo io sto bene qua

Tra le mie facce e la mia falsità

Ma infondo io sto bene qua

Trovando in quel che sono

Un po’ di libertà

Continua a leggere “Albero di mele.”

Who has a normal mind?

Eccoli, arrivano anche i buoni propositi per il 2015.

ParisTexas-WimWenders Continua a leggere “Who has a normal mind?”

10 persone “tossiche” che non dovresti portare con te nel prossimo anno.

Sometimes is better to walk alone. Maybe not only Sometimes.

Walk alone

1. Le persone che rendono la tua vita più stressata.
2. Le persone che ti usano.
3. Le persone che non ti rispettano.
4. Le persone che in un modo o nell’altro ti fanno stare male.
5. Le persone che sembra non riescano proprio a fare a meno di mentire.
6. Le persone che sorridono e ridono con te, e ti insultano appena ti giri.
7. Le persone a cui non frega un cazzo di te, ma fingono che sia così.
8. Le persone che ti trascinano nel tuo vecchio stile di vita.
9. Le persone che, in un modo o nell’altro, ti trattengono.
10. Le persone che semplicemente occupano spazio.

Banale? Mh.

Liberamente tratto e tradotto da Elite Daily. Foto Desillusion Magazine.

30 Cose che Devi Smettere di Fare Oggi Stesso

Quando smetti di inseguire le cose sbagliate, crei lo spazio per concentrarti sulle opportunità di crescita e di sviluppo.

Allora, a cominciare da OGGI…

1. Smetti di cercare di essere perfetto – Il mondo non premia i perfezionisti, ma coloro che portano a termine ciò che hanno iniziato.

2. Smetti di paragonarti agli altri – L’unica persona con cui competere sei tu stesso.

3. Smetti di arrovellarti il cervello sul passato o di preoccuparti troppo del futuro – Qui e ora è l’unico momento che ti è garantito. Il qui e ora è vita. Non mancarlo.

4. Smetti di lamentarti – Piangerti addosso non giova né a te né a coloro che ti sono vicino.

5. Smetti di covare rancore e risentimento – Perdona, lascia andare gli errori altrui. Trattenere queste emozioni è l’ostacolo più grande sulla strada delle felicità.

6. Smetti di aspettare – Ciò che non inizi oggi difficilmente lo affronterai domani. Conoscenza e intelligenza sono nulla senza azione.

7. Smetti di dire bugie – Nel lungo termine la verità si rivela sempre. Non mentire né a te stesso né al prossimo.

8. Smetti di avere paura di sbagliare – L’unico vero sbaglio che tu possa commettere è decidere di non agire per paura di sbagliare.

9. Smetti di dire “Non sono capace” – Come ha detto Henry Ford: “Che tu pensi di essere capace oppure no, in ogni caso avrai ragione.”

10. Smetti di pensare di non essere pronto – Le migliori opportunità nel corso della nostra vita si presentano quando andiamo oltre la nostra zona di comfort, quindi all’inizio non ti sentirai mai completamente pronto. Tu agisci comunque, un piccolo passo dopo l’altro.

11. Smetti di cercare di fare tutto da solo – Come recita un detto: “Se vuoi andare veloce, vai da solo. Se vuoi andare lontano, vai insieme agli altri”.

12. Smetti di comprare cose di cui non hai bisogno – Non spendere soldi soltanto per cercare di fare impressione sugli altri. Non prenderti in giro, il benessere non si misura attraverso gli oggetti materiali.

13. Smetti di incolpare gli altri per le tue responsabilità – Per vivere in pieno la vita dei tuoi sogni devi assumerti piena responsabilità delle tue azioni.

14. Smetti di ingigantire i problemi – Di fronte a una situazione problematica che ti affligge, domandati: “Questo problema sarà davvero tale da qui a un anno?”. Chiediti sempre se vale la pena preoccuoparsi.

15. Smetti di vivere in base alle aspettative altrui – Segui le tue passioni e i tuoi sogni, lavora duro per soddisfare le tue aspettative, non quelle di altri.

16. Smetti di fare promesse che non manterrai – Non illudere o ingannare il prossimo. Dai di più di ciò che prometti.

17. Smetti di trattenere pensieri ed emozioni – Esprimi te stesso, comunica sempre ciò che senti, non tenere tutto dentro.

18. Smetti di evitare il cambiamento – Abbraccia le novità, non temere i cambiamenti. Dietro ogni cambiamento risiede un’opportunità di crescita.

19. Smetti di preoccuparti di ciò che gli altri pensano di te – Ciò che gli altri pensano e dicono su di te non è così importante. Ciò che davvero conta è come ti senti con te stesso.

20. Smetti di cercare di controllare tutto – La vita è un fenomeno imprevedibile, lo saprai bene. Non cercare di avere tutto sotto controllo, non ci riusciresti.

21. Smetti di continuare a fare sempre le stesse cose – Espandi i tuoi orizzonti, esci dalla tua zona di comfort. Se continui a fare le stesse cose, continuerai a ottenere le stesse cose.

22. Smetti di fare multi-tasking – Fai una cosa per volta e falla per bene.

23. Smetti di pensare che gli altri siano più importanti di te – Metti da parte il tuo egoismo, non dimenticare mai di pensare alle esigenze del prossimo.

24. Smetti di riempire ogni momento libero con impegni e attività – Va benissimo essere da soli, a volte. Va benissimo non fare nulla, a volte. Rilassati.

25. Smetti di fare le cose sbagliate soltanto perché le hai sempre fatte – Fai ciò che senti essere giusto, ascolta il tuo cuore. Pensa in grande.

26. Smetti di focalizzarti su ciò che non vuoi che accada – Concentrati sui tuoi sogni e sui tuoi obiettivi. Il pensiero positivo è alla base di ogni successo.

27. Smetti di prenderti troppo sul serio – Altri lo faranno. Impegnati sul serio, ma non dimenticare di divertirti.

28. Smetti di fare un lavoro che odi per tutta la vita – La vita è troppo breve per accettare questo compromesso. Trova ciò che ti appassiona e lavoraci sodo.

29. Smetti di pensare a ciò che ti manca – Aprrezza tutto ciò che hai. La maggior parte delle persone su questa terra non è così fortunata.

30. Smetti di dubitare degli altri – Le altre persone sono la risorsa più preziosa che hai. Fidati di coloro che ti sono vicino e non pensare di poter far sempre tutto da solo.

Il lavoro che vorrei.

hony2Brandon Stanton ha parlato con 10.000 stranieri e condiviso le loro storie con milioni di persone in tutto il Internet: Brandon ha perso tempo e non ha esitato a seguire un’idea e trasformarla in qualcosa di significativo:  Humans of New York.

Da novembre 2010 Stanton ha fotografato newyorkesi non in giro per la città sviluppando una delle comunità online più grandi al mondo. Humans of New York (HONY) ha quasi 1,5 milioni di fan su Facebook, più di 33.000 seguaci su Twitter e riceve regolarmente diverse migliaia di note per ogni post Tumblr.

Io adorerei passare le giornate così, tra gente e città: immersa nella storia di oggi.

hony 5 hony 4 hony3 hony

Il semino.

Per ora è solo online e aderisce alle regole del market all’interno del quale è stato inserito, però è una bozza, un prototipo, un semino…il semino della mia idea, ecco come lo chiameremo.

La mia idea è molto complessa, per dirla tutta forse non è ben chiara nemmeno a me, quello che so è che è dove mi vedo nel futuro.

Avete presente la famosa domanda da colloquio ‘where do you see yourself in 5/10 years from now?’?

Ecco, I see myself here (ma non ditelo a nessunoooo):

una cittadina, non troppo grande, una Monaco di Baviera. Abbastanza città e abbastanza verde.

Non lontano dal centro, in una via non troppo popolata di negozi, un intrigo di colori attira l’attenzione dei passanti.

Due grandi vetrate svelano un ambiente bianco pieno di giocattoli, libri, pezzi di arredamento, quadretti, penne, quaderni, musica, persone che giocano, scrivono, leggono, tazze di tè, bambini che dipingono attorno ad un lungo tavolo di legno…

Al piano di sopra si intravede uno studio, uno studio strano. Ci sono due  Mac, due ragazze,  una macchina da cucire, la colla, un forno per la ceramica, una cucina, una stampante.

E’ tutto così stonato. Nulla c’entra con nulla, ma c’è tutto ed è tutto così felice.

Le persone dentro sorridono, quelle fuori si sentono escluse.

Quelle fuori vogliono capire di cosa si tratta.

Quelle fuori vogliono entrare.

Quelle fuori entrano e sbirciano.

Vedono articoli in vendita nel concept store, sono tutte cose fatte a mano dalle proprietarie, dai corsisti, dalle collaboratrici e da designer world-wide lei cui cose sono state scoperte in lunghi viaggi o tramite accurate ricerche.

Vedono un elenco di corsi sulla lavagna: corso di cucito, corso di maglieria, corso di ceramica, corso di pittura, corso di yoga. I corsi sono per bambini, per donne e per genitori con bambini. C’è un pannello  su cui si vede la homepage del sito del negozietto (perchè nel mio cuore vorrei che rimanesse sempre un negozietto), tutti i programmi, le scampagnate domenicali e le persone che scambiano corsi di inglese in cambio di baby sitting.

Su una parete leggono la storia del negozio scritta in font ‘American Typewriter’ e la storia inizia così:

‘Quando ancora non credevo che tutto questo un giorno potesse diventare vero, ho aperto un piccolo negozietto online, dove avevo caricato un paio di cosine fatte a mano durante i solitari pomeriggi invernali. Quel giorno lì sperai che avrei iniziato a vendere qualcosina e che questo mi sarebbe bastato per acquisire un altro pò di entusiasmo che potesse portarmi a fare altro.’

Il resto della storia non ve la scrivo. Chissa se la scopriremo mai!

IL MIO NEGOZIETTO

mom-laden

BB7353-001

Vita

‘Le prove della vita, naturalmente, non hanno mai fine. Tutti sono destinati a sperimentare infelicita’ e disgrazie, ma ora ho come una sensazione, una sensazione che prima non c’era, e che non si ferma alla superficie delle cose, ma mi pervade fino al profondo del cuore: ce l’abbiamo fatta. Queste cose si sentono.’
Non avrei voluto chiedere di piu’, da leggere, da condividere, da assaporare, oggi…anche oggi. Grazie Pirsig, da ‘lo zen e l’arte della manutenzione della moticicletta’.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: