Che praticamente, insomma, …sto trascurando il mio blogghino.

Arriva l’estate, il caldo, il lavoro si evolve e con esso anche i rapporti umani, almeno quelli all’interno dell’agenzia. Ma non solo.

I motorini scivolano, la gente va in ferie, i weekend volano soli e accaldati, tra feste, serate, saluti e voglia di pace.

Si avvicina la stagione del mare, dei sassi, del profumo di focaccia e del sapore di granita. Le origini, la voglia di stare con i genitori. Ricordare chi non c’è più…

E’ uno di quei momenti di bliancio. Di quando ti accorgi che sei tornato da 11 mesi e che sono già 8 mesi che hai una vita nuova. E ripensi a quei mesi. Al freddo inverno. Alla monotonia. A quando andavi a dormire alle 22 consumato dalla stanchezza.

E poi è arrivata la primavera, e hai iniziato a sorridere e non hai più smesso.

E vivi alla giornata…e non sai cosa raccontare sul tuo diario e sul tuo blog. Perchè il tempo vola e tu lo vuoi vivere, senza dedicarci troppi pensieri.

Annunci